La BPCO richiede una gestione della malattia permanente. Ciò significa seguire i consigli del tuo team di assistenza sanitaria. C’è molto da fare anche da soli.

Ricorda che i polmoni sono indeboliti. Vorrai evitare qualsiasi cosa che li possa sovraccaricare o causare un flare-up.

Il numero uno nell’elenco delle cose da evitare è quello di fumare. Se hai problemi a smettere di parlare con il tuo medico sui programmi di cessazione del fumo. Cercate di non stare intorno a fumo secondario, fumi chimici, inquinamento atmosferico e polvere.

Un piccolo esercizio ogni giorno può aiutarti a rimanere forte. Parlare con il medico circa quanto esercizio fisico sia buono per te.

Mantenere una dieta di cibi nutrienti. Evitare cibi altamente elaborati caricati con calorie e sale, ma mancano di sostanze nutritive.

Se hai altre malattie croniche con la BPCO, è importante gestire anche quelli, in particolare il diabete e le malattie cardiache.

Rimuovi il disordine e semplifica la tua casa in modo che ci voglia meno energia per pulire e fare altre attività domestiche. Se hai BPCO avanzato, otteni aiuto con i lavori quotidiani.

Essere preparato. Portare con sé le tue informazioni di contatto di emergenza e inviarla sul tuo frigorifero. Includere informazioni su quali farmaci prendete, così come le dosi. Programmi i numeri di emergenza nel telefono.

Può essere un sollievo per parlare con altri che capiscono. Considera di entrare in un gruppo di supporto. La COPD Foundation fornisce un elenco completo delle organizzazioni e delle risorse per le persone che vivono con la BPCO.

Quali sono le fasi della BPCO?

Una misura della malattia di COPD è di livello. Le fasi sono:

Fase 0 – A rischio : I sintomi includono tosse e muco visibile. In realtà non hai la BPCO, quindi il trattamento non è necessariamente necessario. Ma fai attenzione all’avvertimento. Se fumi, interrompa ora. Sarebbe opportuno riesaminare la vostra dieta e le routine di esercizio per migliorare la salute generale. Una volta che hai BPCO, non è reversibile o curabile.

Fase 1 – Mild : in questa fase, alcune persone ancora non notano sintomi, che possono includere tosse croniche e una maggiore produzione di muco. Se si visita un medico a questo punto, è probabile che si avvia l’uso di un broncodilatatore come necessario.

Fase 2 – Moderato : i sintomi stanno diventando più evidenti. Oltre alla tosse e al muco, si può iniziare a manifestarsi la mancanza di respiro. Potrebbe essere necessario un broncodilatatore a lunga durata.

Fase 3 – gravi : i sintomi diventano più frequenti e si possono verificare occasionalmente i disturbi dei sintomi gravi. Potresti scoprire che è difficile funzionare normalmente. Il medico può raccomandare corticosteroidi, altri farmaci o terapia con ossigeno.

Fase 4 – Molto grave : i sintomi stanno progressi e è più difficile completare le attività quotidiane. L’allarme può essere pericolosa per la vita. Potrebbe essere un candidato per il trattamento chirurgico.

Mentre la malattia progredisce, sei più suscettibile alle complicazioni, come ad esempio:

  • Infezioni respiratorie, compresi i raffreddori, l’influenza e la polmonite
  • problemi di cuore
  • Pressione arteriosa alta nelle arterie polmonari
  • cancro ai polmoni
  • depressione